IL CONDOMINIO

RISTRUTTURAZIONE - PIANIFICAZIONE LAVORI - CONSULENZA


>> IL CONDOMINIO: CONSULENZA & MANUTENZIONE

Consulenza per la possibile eliminazione di eventuali vizi riscontrati

Il sopralluogo sarà il primo step da affrontare, in cui l’architetto, prenderà scrupolosa visione di ciò che potrebbero essere i vizi (o imperfezioni) riscontrati. I difetti dell’immobile potrebbero essere di varia natura e la compromissione del palazzo potrebbe riguardare il tetto, piuttosto che le facciate o i balconi. Dopo un’attenta analisi si procede quindi con l’acquisizione di materiale (fotografie, misure ecc.), dati che serviranno per valutare l’eventuale intervento necessario all’ eliminazione delle difformità riscontrate

 

>> INTERVENTI MIGLIORATIVI: consulenza per la ristrutturazione

Dopo il sopralluogo si cercherà di capire, quali siano le possibili opere atte ad eseguire eventuali migliorie estetiche, termiche e funzionali del complesso.

Di seguito alcuni esempi:

  • Abbattimento barriere architettoniche
  • Sostituzione serramenti 
  • installazione cappotto
  • Tinteggiatura facciata
  • Impianto di videosorveglianza
  • Impianto di illuminazione
  • Progetto del verde 

>> COMPUTI METRICI ESTIMATIVI: studio e calcolo della fattibilità

Al fine di redigere una corretta descrizione dei lavori necessari, si formuleranno 2 computi estimativi, uno per la manutenzione straordinaria necessaria e l’altro per gli interventi migliorativi consigliati, così da chiarire le lavorazioni in ogni fase. Il computo metrico estimativo è quel documento dal quale si potranno evincere costi e descrizione dei materiali, sulla base dell’importo medio commerciale per ogni lavorazione.

 

>> QUADRO ECONOMICO: studio e calcolo

Successivo al computo metrico si stilerà il quadro economico per ogni specifico intervento, su costi ripartiti a seconda dei millesimi per ogni condomino (in caso di ambiti condominiali).

All’ interno del quadro economico verranno considerati anche i costi comprensivi di iva, spese tecniche, compenso dell’amministratore, parcelle dei professionisti con relative spese di cassa, fornitori, materiali e ciò che si riterrà opportuno al fine di effettuare l’intervento.

 

>> ANALISI DELLE IMPRESE D'APPALTO:

  • controllo del contratto d’appalto,
  • dichiarazione di accesso ai luoghi,
  • verifica della regolarità di fornitori ed artigiani,
  • verifica della documentazione delle aziende partecipanti alla gara.

Competenza dello studio sarà anche determinare e controllare le imprese che richiederanno di partecipare alle gare di appalto. Sarà infatti premura dello studio verificare l’idoneità delle aziende concorrenti e la regolarità documentale, nonché gli eventuali contratti d’appalto.